Comunicati

LO SPERPERO DEL DENARO PUBBLICO - POVERI MALATI INVECE DI ESSERE CURATI GLI VENGONO NEGATE LE PRESTAZIONI

Cari Soci, 

finalmente dopo 3 ingiunzioni ed un accesso agli atti, l'Assessore mi ha inviato i flussi C ed M; alias le prestazioni rese nel pubblico e nel privato in questa pandemia. I dati, da loro certificati, sono agghiaccianti. 

Ora si è capito perchè non li volevano inviare. 

Il pubblico nel 2021 erogherà ben 4 milioni di prestazioni in meno; il privato accreditato al contrario ne erogherà ben 7 milioni in più.  Ma l'Assessore ha destinato ben 51 milioni di euro in più per abbattere le liste di attesa nel pubblico e niente a noi. 

Ma forse gli nascondono che ha destinato 51 milioni di euro a chi invece di abbatterle le ha diminuite? E questo non è un reato?  Non è un danno erariale? 

Forse l'Assessore dovrebbe non fidarsi dei suoi "consiglieri" che sicuramente gli stanno preparando un bel tranello. Dovrà restituire alla Corte dei Conti da noi avvisata anche 51 milioni di euro oltre gli altri 84.000 già a lui contestati per il Giglio Cefalu' ?

Domani sono a Roma per parlare col Ministro, presenterò anche questo documento allegato.