Comunicati

LA ASP DI CATANIA, RIFUTANDO CONTRA LEGEM LE FATTURE ELETTRONICHE, NON HA ALCUNA INTENZIONE DI PAGARCI SIA LE FORNITURE CHE L'INDENNITA DI FUNZIONE - ATTIVARE IMMEDIATAMENTE I DECRETI INGIUNTIVI

LA ASP NON PUO’ RIFIUTARE LE FATTURE ELETTRONICHE DA NOI EMESSE

Decreto Ministero Economia e Finanza 24 agosto 2020 n. 132

 

Cari Colleghi, Vi informo che la ASP con il loro programma EFESTO commette nei nostri confronti soprusi illegali.

1) non valida i cedolini entro il 15 del mese della consegna

2) non validandoli non ci permette di emettere la fattura elettronica secondo quando prevede il nostro contratto e precisamente entro 10 giorni dalla consegna delle ricette/tabulati ed in ogni caso se la emettiamo viene RESPINTA e RIFIUTATA

3) In questa maniera ci nega di poter anticipare le somme presso gli Istituti bancari

4) fatto ancora più grave che in ben due riunioni avute nelle settimane scorse con il Direttore Amministrativo Dr. Di Bella, questi a voce della Dr.ssa Zuccarello che a suo dire concorda col Dr. Fresta responsabile dell’Economico Finanziario, mai contradetta, ci ha comunicato che la INDENNITA’ DI FUNZIONE (prevista dalla Legge di stabilità della Regione Sicilia n. 9 del 12/05/2020) è cessata nel mese di maggio 2020 e pertanto in piena disapplicazione della Legge Siciliana hanno deciso di non pagarci più l’indennità di funzione (che invece come sapete DEVE ESSERE PAGATA sino a quando il Governo Italiano dichiarerà fine alla stato di pandemia, ad oggi il 31 gennaio 2021)

5) Ma vi è di più, L’Azienda, peraltro, in modo del tutto strumentale ed illegittimo ha

assunto quest’atteggiamento in modo da poter ritardare i pagamenti facendo decorrere i 60 gioni non come previsto da contratto dal “mese di riferimento” bensì dal momento in cui perviene la fattura. Rendendo di fatto EFESTO loro complice calpestando ogni norma che prevede la condotta trasparente che deve seguire la Pubblica Amministrazione.

 

EBBENE finalmente il Ministero delle Finanze col Decreto 24/08/2020 n. 132 ha finalmente stabilito che la Pubblica Amministrazione non ci può RIFIUTARE/RESPINGERE le nostre fatture elettroniche.

Così recita: Le pubbliche amministrazioni non possono comunque rifiutare la fattura nei casi in cui gli elementi informativi possono essere corretti mediante le procedure di variazione di cui all'articolo 26 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633.”

 

 

PERTANTO VI INVITO AD EMETTERE IMMEDIATAMENTE ALLA ASP TUTTE LE FATTURE ELETTRONICHE SINO ALLA FORNITURA DI OTTOBRE 2020 ED EMETTERE A PARTE ANCHE ALTRA FATTURA, SEMPRE SINO AL MESE DI OTTOBRE (SEPARATE) DELL’INDENNITA’ DI FUNZIONE

Considerato che la ASP non ha alcuna intenzione di pagarci (dicono che non hanno personale); considerato che tutte le altre ASP Siciliane hanno pagato, compresa l’indennità di funzione anche agosto 2020, Vi esorto ad emettere immediatamente le fatture elettroniche ed inviarle all’Avv. Accetta ( Tel. 338 7354254) per iniziare i DECRETI INGIUNTIVI.

Nel caso in cui la fattura elettronica dovesse essere RIFIUTATA/RESPINTA L’Avv. Accetta consiglia contemporaneamente alla emissione della fattura elettronica di inviare la seguente PEC alla ASP

Il sottoscritto Dr………………………………… quale legale rappresentante della Società…………………………………………………………………. rileva che nel termine contrattuale previsto dall’art.3 del contratto stipulato da codesta Struttura ai sensi del D.A. 1199/2019 e s.m. ed i. è stata trasmessa fattura elettronica n………………… del ……………………………….. per l’importo di euro …………………………………………………..

relativa alle prestazioni rese nel mese di …………………………..

Tale fattura è stata illegittimanete rifiutata. Si chiede, pertanto, di Voler provvedere al pagamento della somma di €………………………………………nel termine previsto dall’art.5 del suddetto contratto.

Data……………………………………….             Firma ………………………………………………